Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Viaggio sulla luna, il turismo del futuro

viaggio sulla luna

Viaggio sulla luna, un miliardario giapponese cerca otto persone che si uniscano a lui per il viaggio

Per fare il suo viaggio sulla luna, Yusaku Maezawa, fondatore di Zozotown un sito di abbigliamento, ha acquistato tutti i posti presenti sulla Starship, l’enorme razzo-nave destinato a volare nello spazio.

Questa prenotazione di massa riguarda una missione che partirà nel 2023, patrocinata dalla SpaceX di Elon Musk, inaugurando così il turismo spaziale, in quanto l’azienda si occuperebbe proprio di quello. Yusaku Maezawa cerca quindi otto persone disposte ad unirsi insieme a lui in un viaggio intorno alla luna, aperto a chiunque.

Otto posti disponibili

Inizialmente gli otto posti prenotati da Yusaku Maezawa erano riservati solo ad artisti, che potevano essere un musicista, un pittore, uno stilista, un designer e simili, questo per vedere il loro particolare punto di vista dell’esperienza. Ora invece la possibilità di partire con la Starship intorno alla luna è aperta a tutti.

Il proprietario del sito di abbigliamento più usato in Giappone ha aggiornato di recente il suo profilo Twitter scrivendo che inizialmente aveva riservato gli otto post per degli artisti ma ha cambiato idea dichiarando che qualunque persona che crea qualcosa di creativo può essere trattata da artista, scrivendolo anche sul sito che si occupa della missione dearmoon.earth.

Step e scremature dei passeggeri

Il viaggio che dovranno affrontare i civili durerà una settimana, con una distanza di 390 mila chilometri. Ci sarà una prima scrematura che durerà anch’essa una settimana, molto veloce.

Saranno effettuati poi altri step di cui non si conoscono ancora le scadenze e i particolari, ma in linea di massima entro maggio del 2022 ci saranno i colloqui finali e le ultime visite mediche per gli otto viaggiatori selezionati, è anche la data in cui si porrà fine alle selezioni in modo definitivo.

Per un missione di questo calibro i ritmi sono ancora un po’ lenti, soprattutto se si intende iniziare il viaggio nel 2023 con un mezzo, Starship, in fase di sperimentazione, che ancora non ha mai effettuato un volo completo.

Il razzo-nave Starship

La Starship ha effettuato nel dicembre 2020 un primo lancio dalla sede di Boca Chica (Texas meridionale) che non finì molto bene, ma la SpaceX ha dichiarato che è servito per trarre nuovi sviluppi e rendere il mezzo ancora più affidabile.

Musk ha spiegato di essere molto fiducioso e ha dichiarato che Starship, prima del 2023, riuscirà ad arrivare in orbita diverse volte fino a riuscire a trasportare un intero equipaggio umano in totale sicurezza.


Se la nave riuscirà a decollare e la missione di Maezawa andrà in porto, sia SpaceX che il comandante, riusciranno a far parlare di sé e af entrare nella storia come il primo volo nella storia oltre l’orbita terrestre effettuato da privati.

La Starship comunque non allunerà, ma effettuerà un giro intorno al satellite terrestre, portando l’essere umano più lontano di quanto sia mai potuto andare sulla Terra. Si cercherà infatti di spostare i limiti del possibile.

Inaugurazione del turismo spaziale: un futuro non troppo lontano

Il turismo spaziale non sarà inaugurato nel 2023 con il lancio degli otto viaggiatori in orbita, ma molto prima, forse già nel 2021 con il lancio della capsula Crew Dragon Resilience con persone a bordo, che al momento si trova sulla Iss (International Space Station).
Durante la missione Crew-1 vi ha portato tutto l’equiaggio senza errori e dovrà riportarlo a casa, sulla Terra.

Capo della missione

Alla guida della nuova missione, non ci sarà un’astronauta, ma Jared Isaacman il miliardario fondatore e Ceo della Shift4Payments, ottimo pilota di jet sia privati che militari.
Anche noto benefattore che ha donato 100 milioni di dollari ad un ospedale che si occupa di ricerca sulle malattie pediatriche e a messo in palio tre posti della nave per raccogliere altri fondi e provare ad arrivare a 200 milioni di dollari che saranno donati sempre la St. Jude Children’s Research Hospital.

Hayley Arceneaux sarà un’altra componente dell’equipaggio, già nominata, come primo medico a bordo. Da bambina fu curata dal St. Jude per un tumore alle ossa. La 29enne americana sarà la prima persona ad andare nello Spazio con una protesi.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Redazione Future Bay

Tutto quello che riguarda il futuro è il nostro pane quotidiano. Se sei appassionato di innovazione e tecnologia, ami essere sempre aggiornato su tutti le ultime novità in fatto di gadget, sei sempre alla ricerca delle ultime uscite riguardanti cinema e serie TV o ancora ami mantenerti in forma e sei sempre alla ricerca degli ultimi ritrovati in fatto di sport e benessere, Future Bay diventerà la tua seconda casa.

cosa è la blockchain

Cosa è la blockchain

Cosa è la blockchain, una delle tecnologie più promettenti per il futuro Cosa è la blockchain? Se sei interessato al mondo delle banche, oppure agli investimenti

Leggi Tutto »

Sei interessato ai nostri articoli?

Iscriviti alla nostra newsletter, condivideremo con te tante informazioni utili e ti terremo sempre aggiornato sui nostri eventi.

Sei interessato ai nostri articoli?

Iscriviti alla nostra newsletter, condivideremo con te tante informazioni utili e ti terremo sempre aggiornato sui nostri eventi.